Consigli per un viaggio a Trapani in gravidanza

viaggio a Trapani in gravidanza

Viaggio a Trapani in gravidanza: mare, cibo buono ma soprattutto e raggiungibile con Ryanair! Due liniette blu, euforia, incredulità e tanta paura. Dopo altri sei stick per verificare che fossi davvero incinta abbiamo cominciato a pensare al futuro. Fin da subito non eravamo d’accordo sul nome della nostra futura creatura ma avevamo già in saccoccia il nostro prossimo viaggio a Trapani in gravidanza!

Viaggio a Trapani in gravidanza: mare, cibo buono ma soprattutto e raggiungibile con Ryanair!

Dobbiamo cominciare a risparmiare perché da qui a pochi mesi il nostro maggior investimento sarebbero stati i pannolini. Per carità, non lavabili perché sennò come si fa a giro?! Organizzare un viaggetto non è certamente un problema per noi, ma convincere Babbo che certi confort sono necessari con la pancia..beh..che fatica.

Come prima cosa abbiamo rinunciato ad affittare uno scooter in favore di una piccola utilitaria, senza grosse ricerche abbiamo noleggiato la nostra pandina a 20€ a giorno grazie alle convenzioni che la Rayan fa con la Hertz. Avevamo comunque cercato altre offerte online ma loro sono decisamente i più competitivi. E poi è Giugno, non sono in tanti ad andare al mare.

Per dormire abbiamo preso un piccolo appartamento su Airbnb, non proprio a San Vito lo Capo, dato che i prezzi erano decisamente più alti. Abbiamo preso un piccolo appartamentino tutto per noi a Castelluzzo a pochi km da Vito. Semplice, pulito e con un bell’orto tutto a nostra disposizione. Un appartamento senza pretese ma appena ristrutturato, con posto macchina e una loggia per mangiare all’aperto il tutto a soli 250 € per 5 notti. Davide inoltre è più che disponibile! https://www.airbnb.it/users/show/30751313

<

p dir=”ltr”>Quando si viaggia in aereo con la pancia è sempre bene avere con sé il certificato medico che viene rilasciato dal proprio ginecologo che attesti sia a che punto si è  della gravidanza (a che settimana) ma soprattutto l’idoneità a viaggiare in aereo. Le compagnie aeree sono davvero molto attente perchè probabilmente non vogliono assumersi rischi.

Da brava figlia di ortopedico mi sono portata le calze contenitive,  lo so che a giugno fa veramente tanto caldo e che quelle calze sotto un vestitino leggero sono la cosa più terribile al mondo ma è l’unico (non solo a detta di mio babbo) modo per evitare trombosi e vene varicose..si..sono un pugno in un occhio! Per evitare spese superflue e per poterci permettere oltre ai pannolini anche due ciucci per La creatura mi sono portata praticamente un flacone di crema solare protezione totale divisa in tanti flaconcini da 100ml, comprarla in loco mi sarebbe costato molto ma molto di più e non avrei potuto portarmi la mia crema preferita! (ovviamente se si viaggia solo con il bagaglio a mano).

Un altro accessorio che non può mancare nella valigia di una futura mamma è un bel cappellone a tesa larga, quelli glamour da film..in fondo Babbo non vorrà sicuramente comprare un ombrellone! Un’altra mossa vincente è stata palesare il mio stato interessante alla bigliettaia della Tonnara di Scopello, ci hanno magicamente aperto il cancellone permettendoci di parcheggiare la macchina in fondo alla stradina in modo tale da risparmiarmi la discesa e la successiva salita sotto il sole siciliano.

Itinerario del nostro viaggio a trapani in gravidanza

Saline dello Stagnone // Via del sale
Tonnara di Scopello in gravidanza
Riserva dello Zingaro in gravidanza (parte1)

Inserisci il primo commento :)

Rispondi


wpDiscuz